Crea sito

Morta Marina Ripa di Meana: il cancro l’ha uccisa

Marina Ripa di Meana, aveva combattuto con tutta le forze contro il cancro e da oltre 16 anni portava avanti questa sua dolorosa battaglia, con tanta dignità, fino al momento della sua morte.

A soli 76 anni, Marina è stata sopraffatta da questo male che non lascia scampo, che l’ha consegnata all’eterna bellezza, quella che la morte. Marina è rimasta meravigliosa fino all’ultimo, coi suoi capelli di un rosso splendido, il sorriso sempre pronto e la sincerità che non faceva sconti a nessuno, neppure a se stessa.

Ha appartenuto al mondo del jet set, dei salotti culturali, ha saputo vivere e godersi la vita e per alcuni versi l’ha anche insegnata a chi, molto spesso, ne criticava le scelte e le condotte; ha imparato dai grandi amici che l’hanno contornata, moltissime cose. A trentacinque anni ha lavorato nella moda, convinta animalista, aveva pubblicato un libro di successo: I miei primi quarant’anni, che diventò presto anche un film altrettanto popolare.

La nobile Ripa di Meana ha passato il suo ultimo Natale in famiglia come aveva sempre desiderato, con la figlia Lucrezia Lante della Rovere di cui lei era orgogliosa in quanto attrice di pregio, le nipotine, il marito Carlo Ripa di Meana, natale che sapeva essere l’ultimo per lei.
Ultimamente era apparsa nel programma di Barbara D’Urso dove aveva raccontato la sua battaglia contro il cancro. Nei giorni precedenti alla sua morte, Marina aveva lasciato un video testamento, dove cercava di confortare chi, come lei, stava lasciando questo mondo per colpa di un’atroce malattia, dolorosa, non solo per le sofferenze fisiche, ma anche per quelle psicologiche.