Caso Denise: Indagata per false dichiarazioni l’ex pm Maria Angioni

L’ex pm di Marsala Maria Angioni, che indagò sulla scomparsa della piccola Denise Pipitone, la bambina sparita a Mazara del Vallo l′1 settembre del 2004, è indagata per false dichiarazioni a pubblico ministero dalla Procura di Marsala. La donna, dopo aver ricevuto un invito a comparire e l’informazione di garanzia, oggi è stata interrogata.

La Angioni, protagonista di importanti dichiarazioni ai media, ha rivelato tentativi di depistaggio e falle gravissime nell’inchiesta sulla scomparsa della bambina, inchiesta da lei condotta 17 anni fa.

A seguito delle sue dichiarazioni, nelle scorse settimane è stata sentita come testimone dai magistrati della Procura di Marsala, ai quali avrebbe confermato le accuse lanciate in tv.

Le circostanze riferite dall’ex pm, diventate oggetto di indagini dei colleghi di Marsala, non hanno trovato riscontro: da qui l’incriminazione per false dichiarazioni al pm Angioni.

Maria Angioni, oggi giudice del lavoro a Sassari, dice di non essere sorpresa ma seccata, e ha affermato che quando ha parlato, probabilmente ha dato fastidio a qualcuno e questo lei se lo aspettava.

La gente si è chiesta perché la Angioni non avesse parlato 17 anni fà, ora che ha parlato qualcuno si è infastidito e ci sarebbe stata una reazione, ha detto l’ex pm rilanciando accuse e sospetti.

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07.03.2001. Copyright © 2007-2021 MEDIA CHANNEL by P.L.A. Association. All Rights Reserved.