Autoreggenti, arma seduttiva tra mito e novità

Una calza di naylon con fascia elastica può essere un’arma di seduzione letale. Secondo alcuni esperti di eros le autoreggenti restano l’indumento intimo seduttivo per eccellenza. Arrivano fino alla vita e molti ritengono che vengano utilizzate quasi come un segnale nei confronti del partner (o dell’eventuale ‘preda’) quando vengono indossate. In molte sostengono di indossarle per maggiore comodità ma per la maggior parte delle donne è un indumento da esibire in occasione di un incontro galante. Indossarle con eleganza e senza eccessiva volgarità può intrigare ulteriormente la persone che si vuol sedurre. Molte preferiscono uno spacco lungo per far intravvedere il pizzo ad un gonna eccessivamente corta che finisce con il rendere il tutto meno misterioso e coinvolgente. Le più raffinate usano il reggicalze in memoria degli streap mozzafiato di Sofia Loren. Le calze hanno recitato un ruolo importante in diversi film di successo del cinema italiano ed internazionale. Un feticcio che ha sempre acceso la passione del sesso forte. Da Edwige Fenech e Gloria Guida fino ad arrivare allo spogliarello di Kim Basinger in Nove settimane e mezzo. Le autoreggenti hanno ispirato anche i fumettisti con Betty Boop, icona del mondo dell’animazione.

Non mancano le varianti con audaci fanciulle che usano le calze per legare il partner e dominarlo in stile Cinquanta sfumature di grigio. L’importanza dell’indumento è esaltato dall’accesa competizione tra le varie aziende che producono abbigliamento intimo. In questi giorni sono uscite le nuove collezioni e gli esperti assicurano che i nuovi modelli saranno accattivanti e innovativi al tempo stesso. E per le più audaci l’intimo dei sexy shop non è più un tabù.

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07.03.2001. Copyright © 2007-2021 MEDIA CHANNEL by P.L.A. Association. All Rights Reserved.