Russia 2018: Svezia-Italia 1-0, caro Ventura ti scrivo

 

 

La strada verso Russia 2018 si è fatta decisamente in salita. L’Italia di Solna non è stata tanto diversa da quella che ha pareggiato con la Macedonia ed ha vinto soffrendo con l’Albania. Certo il palo di Darmian grida vendetta e il pari non sarebbe stato risultato immeritato. Il punto è che di fronte agli azzurri non c’erano dei fenomeni ma una squadra ben messa in campo e con tanta buona volontà. Del resto i ragazzotti scandinavi non sono certo gli ultimi arrivati. Nel suo girone la Svezia ha tenuto botta alla Francia fino all’ultima giornata ed ha strappato il secondo posto all’Olanda. Nonostante ciò qualcuno è sceso in campo come se di fronte avesse Gibilterra ed anche tanti addetti ai lavori hanno trattato lo spareggio mondiale come si trattasse di una formalità. Certo l‘Italia non può temere la Svezia ma queso gruppo non può permettersi di giocare in pantofole se vuole ribaltare il risultato e prendere il volo per la Russia. Il più illuminato di tutti dovrà essere Ventura che invece di arrovellarsi in inutili alchimie tattiche (e pensare all’arbitraggio) dovrà guardare in faccia i suoi e scegliere undici giocatori affamati, a posto fisicamente ed un modulo coerente. Lasciare fuori El Shaarawy, neanche convocato per la trasferta, e Insigne e schierare gli acciaccati Bellotti e Insigne è stata una scelta quasi delittuosa. Con il 4-3-3 il ct avrebbe potuto sfruttare lo straordinario momento di forma del giallorosso ed esaltare le qualità del napoletano. Rischioso anche tenere in campo fino al 76′ Verratti, ammonito e impalpabile, e tenere in panchina Jorginho. La notte porta consiglia e chissà che durante il viaggio verso Milano la Madunina non indirizzi il ct verso le scelte giuste.

La partita: decide un autogol di De Rossi (Video)

La Svezia batte l’Italia 1-0 nell’andata dello spareggio per i Mondiali 2018. A Solna, gli azzurri soffrono nel primo tempo la maggiore intensità degli avversari, ma mancano una buona occasione per andare presto in vantaggio quando Belotti di testa sfiora il palo alla destra del portiere di casa.  L’Italia si muove meglio nella ripresa, ma senza trovare occasioni favorevoli, e al 17′ va sotto: Johansson, appena entrato per Ekdal, batte di destro e una deviazione di De Rossi spiazza Buffon. Entra Eder al posto di Belotti, ma al 25′ è Darmian che colpisce in pieno un palo su tiro da fuori area.

SVEZIA-ITALIA 1-0

Svezia (4-4-2): Olsen; Krafth (38′ st Svensson), Granqvist, Lindelof, Augustinsson; Claesson, S.Larsson, Ekdal (12′ st Johansson), Forsberg; Berg (30′ st Thelin), Toivonen.

Italia (3-5-2): Buffon, Barzagli, Bonucci, Chiellini; Candreva, Parolo, Verratti (31′ st Insigne), De Rossi, Darmian, Belotti (20′ st Eder), Immobile. A disp.: Donnarumma, Perin, Astori, Zappacosta, Rugani, Jorginho, Gagliardini, Florenzi, Bernardeschi, Gabbiadini. All.: Ventura

Arbitro: Cakir (Turchia)

Marcatori: 16′ st Johansson (S)

Note: Ammoniti: Berg (S), Verratti (I)

Precedente Lo spettacolo per chi è caduto sotto i colpi delle mafie Successivo Il fondatore di Facebook si confessa: Il social è dannoso, ho creato un mostro