Crea sito

Villa Versace, scenario del suo omicidio, hotel messo all’asta

Oggi Villa Casa Casuarina, al 1116 di Ocean Drive a Miami, è un lussuoso hotel da dieci suite. Si può visitare la reggia di Versace prenotando al ristorante italiano il cui nome è dedicato allo stilista, il “Gianni’s”, li si può cenare o prendere un drink nel patio a bordo piscina, tra mosaici dorati dove spicca quello della Medusa simbolo della Maison Versace, si può vivere l’esperienza di entrare nella lussuosa residenza sulla soglia della quale lo stilista venne assassinato, dormire nei letti dove hanno dormito gli ospiti dello stilista, da John Bon Jovi a Oliver Stone, da MadonnaElton John.

Casa Casuarina nota come villa Versace, a Miami, è stata lo scenario del delitto dello stesso stilista, davanti alla quale fu ucciso nel 1997 da uno squilibrato, Andrew Cunanan, in quello che è ritenuto il delitto più eclatante e ancora oggi non chiaro, nel mondo della moda. I visitatori oggi amano scattarsi selfie davanti all’ingresso dove lo stilista è stato sparato, ma solo a pochi clienti è consentito entrare nello splendido boutique hotel.

La villa risale agli Anni ’30 e fu fatto costruire da Adlen Freeman, figlio di un magnate della Rockefeller’s Company.
Versace la acquistò nel ’92 per 10 milioni di dollari e ristrutturata con altri 33 milioni per rifare completamente gli interni e per costruire il giardino, la piscina, un megasalone di 250 metri quadrati, tantissime fontane e un osservatorio. I lavori durarono 3 anni. Una volta terminata, però, era il simbolo dell’opulenza assoluta, lo stile architettonico è spagnoleggiante fuori e rococò all’interno della villa.
L’attuale Signature suite era la camera di Donatella Versace, rivestita di tessuti animalier e arredamenti Barocchi.
L’attuale Venus suite era la stanza del fratello di Gianni, Santo Versace, con un soffitto affrescato che ricorda la Primavera del Botticelli.
Le suite dell’hotel sono una diversa dall’altra e tutte a tema.
Gli arredi sono lussureggianti e sono rimaste le pareti decorate, i pavimenti con l’inconfondibile simbolo della Medusa, i soffitti dipinti, così come la sontuosa piscina e il lussureggiante giardino.
Il boutique hotel è rimasto praticamente identico a com’era la casa di Versace, tranne qualche oggetto personale che fu messo all’asta.

La villa fu riacquistata da Peter Loftin per 19 milioni di dollari nel 2000 (16milioni di euro), che convertì la proprietà in uno splendido boutique hotel, che non ebbe però successo.
L’hotel è stato quindi successivamente messo all’asta ed è stato acquistato dalla famiglia Beckham, che avrebbe concluso l’accordo dopo mesi di trattative.