Crea sito

Star dell’eros in fuga, l’inchiesta de Il Fatto

Non solo fuga di cervelli ma anche di corpi mozzafiato e donne audaci. Le star dell’hard spesso sono costrette a fare i salti mortali in Italia per farsi largo nella vegetazione sempre più folta del mondo dell’intrattenimento per adulti. Tra sterpaglie e fossi muoversi è sempre più complicato e spesso bisogna accontentarsi di quel che passa il convento al di là di talento, fascino e sacrificio. Il portale Dagospia ha ripreso un interessante inchiesta del Fatto Quotidiano sul successo di alcune attrici a luci rosse lontano dal territorio del Bel Paese. Non solo censure falso moralismo frenano un settore che, nonostante un certo fermento, fatica a tornare ai fasti di un tempo. Dalle sorelle Evelina e Silvia Dellai, trentine in quota Siffredi, alla coppia Zaharia-Remondini venute alla ribalta per aver girato un film con il critico, sempre più attore hard, Andrea Dipré. Entrambe hanno conquistato gli States a colpi di scene estreme e Bdsm.

Dalla fuga dei cervelli alla fuga delle gambe

La trentottenne Vittoria Risi, ex fiamma di Vittorio Sgarbi, continua ad attirare l’attenzione dei produttore a stelle strisce (Brazzers e altri). Tra le artiste in ascese vengono recensite la brianzola Susanna Bella e la Valentina Palermo da Crema. Tanti seguaci social per La Miki, espressione della Pinko e vincitrice di un Awards, che su Twitter si diletta a cinguettare su politica e autoerotismo. Dulcis in fundo l’iper attiva Valentina Nappi da Scafati che da un po’ di tempo a questa griffa intimo o altre a far discutere con alcuni interventi social.