Crea sito

Serie A: l’Inter è l’anti Napoli, crolla la Juventus

 

 

Con una doppietta di Icardi l’Inter supera l’Atalanta e si candida al ruolo di anti Napoli nel campionato di serie A. I nerazzurri soffrono l’organizzazione della squadra orobica e nel primo tempo faticano a trovare il bandolo della matassa. I bergamaschi mettono paura ad Handanovic. A cambiare il corso della partita ci pensa Icardi che sfrutta a dovere un cross di Candreva. L’argentino concede il bis dopo pochi minuti e l’Inter mette in ghiaccio la partita. L’Atalanta prova a riaprirla e recrimina per un sospetto intervento falloso su Petagna in area di rigore. Seconda sconfitta in campionato per la Juventus che, come in occasione della prima con la Lazio, va ko dopo la pausa per le Nazionali. I campioni d’Italia in carica sono sconfitti per 3-2 a ‘Marassi’ da una Sampdoria che si conferma la più bella sorpresa di questo campionato. Tutte nella ripresa le reti del match: prima il tris doriano con Zapata, Torreira e Ferrari; poi nel recupero si sveglia la Juve ma le reti di Higuain su rigore e Dybala servono solo a rendere meno netto il passivo. I blucerchiati conquistano così la sesta vittoria casalinga su sei partite e salgono a quota 26 in classifica, con una partita da recuperare, consolidando la sesta posizione. I bianconeri restano invece fermi a 31 al secondo posto ma vedono allungare il Napoli a +4.  Al 7′ però arriva il vantaggio doriano: Quagliarella crossa dalla destra dell’area di rigore, Bernardeschi devia male il pallone che termina sul secondo palo nell’area piccola, Zapata sovrasta Lichtsteiner e, di testa, batte Szczesny. Dopo pochi minuti grande opportunità per il raddoppio in contropiede: Quagliarella corre in campo aperto e serve Zapata. L’ex Udinese tenta un pallonetto nel tentativo di saltare Szczesny che però è bravo e respinge la sfera in uscita. Al 16′ scocca l’ora di Dybala che entra al posto di Bernardeschi. Subito dopo doppia occasione per i campioni d’Italia prima con Mandzukic e poi con Pjanic ma in entrambi i casi le conclusioni sono murate dalla retroguardia blucerchiata. Al 26′ arriva invece il raddoppio dei ragazzi di Giampaolo ad opera di Torreira con un gran destro dal limite dell’area. Otto minuti dopo arriva anche il tris: punizione di Quagliarella che trova in area Ferrari che, di testa, va a segno. Sembra finita ma la Juve ha la forza nel recupero di andare due volte in rete prima con un rigore concesso al 45′ da Guida per fallo di Strinic su Douglas Costa e trasformato da Higuain e poi al 49′ con un sinistro dal limite dell’area di Dybala. Bello ma tardivo e la Samp può fare festa. Da rilevare l’ennesima sconfitta del Benevento nei minuti di recupero. Il Sassuolo di Bucchi trova il gol partita al 94′ dopo aver fallito un calcio di rigore con Berardi. I sanniti restano all’ultimo posto con zero punti in classifica.

Risultati tredicesima giornata di Serie A: Benevento-Sassuolo 1-2; Sampdoria-Juventus 3-2; Spal-Fiorentina 1-1; Torino-Chievo 1-1; Udinese-Cagliari 0-1; Crotone-Genoa 0-1 (giocata alle 12.30); Roma-Lazio 2-1 (giocata ieri); Napoli-Milan 2-1 (giocata ieri); Inter-Atalanta 2-0; Verona-Bologna (domani, ore 20.45).

CLASSIFICA – La classifica di Serie A dopo la tredicesima giornata: Napoli 35 punti; Inter 33; Juventus 31; Roma 30; Lazio 28; Sampdoria 26; Milan 19; Torino 18; Fiorentina e Chievo 17; Atalanta 16; Cagliari 15; Bologna 14; Udinese e Crotone 12; Sassuolo 11; Spal 10; Genoa 9; Verona 6; Benevento 0.