Crea sito

Serie A: Inter e Milan, l’avvio è bollente

Le spiagge sono ancora affollate e tanti italiani sono ancora in vacanza. In pieno clima balneare la serie A ha riaperto i battenti con la prima giornata di un torneo di serie A che si annuncia scoppiettante ed equilibrato. La prima giornata ha confermato che le milanesi hanno le carte in regola per tornare a recitare un ruolo da protagonista. Il Milan ha calato il tris a Crotone agevolato dal rigore con espulsione incorporata. Kessie, Cutrone e Suso hanno piazzato il primo guizzo della stagione per la gioia delle tifose doc Martina Stetiarova e Angelika Del Rio. Il diavolo chiama l’Inter risponde con una doppietta di Icardi ed un’inzuccata del figliuol prodigo Perisic.

L’ex Pioli e la Fiorentina tornano a casa con le pive nel sacco e le sostenitrici nerazzurre rispondono a ‘tono’. C’è chi pensa già alla Champions e manda segnali alla Juventus con maglie personalizzate che rievocano la sfortunata finale di Oxoford. La Juventus non ha intenzione di abdicare come dimostrato nell’anticipo contro il Cagliari. Un tre a zero per dimostrare che le avversarie dovranno sudare per poter strappare il tricolore ai bianconeri. Il Napoli continua a dare spettacolo con un ispirato Insigne ed un ritrovato Milik. Gli azzurri si candidano come principale avversaria della ‘vecchia signora’.

La Roma non molla nonostante le cessioni eccellenti e l’addio di Francesco Totti (in tribuna come dirigente). La punizione di Kolarov basta per regolare la sempre temibile Atalanta. Il capolavoro di Amato Ciciretti non basta al Benenvento per uscire indenne da Genova. Quagliarella fa doppietta e la Samp festeggia. La Spal festeggiare il ritorno in A con un pari all’Olimpico con la Lazio. Ljajic risponde a Di Francesco e Bologna e Torino si dividono la posta. Un capolavoro di Birsa (con responsabilità di Scuffet) permette al Chievo di sbancare la Dacia Arena di Udine.