Crea sito

Moto Gp, Vale Rossi: ‘Provo ad Aragon, non sono pazzo’

Sarà in gara dopo 22 giorni dall’incidente in enduro che gli ha procurato la frattura della tibia. L’inossidabile Valentino Rossi non molla e rilancia la sfida al mondiale della Moto Gp. A trentotto anni ha ancora voglia di stupire, regalare e regalarsi nuove imprese memorabili. Il pilota della Yamaha sa che non sarà facile riavvicinarsi a Marquez e Dovizioso ma vuol quanto meno provare ad infastidire gli avversari e chiudere in crescendo un mondiale che, nonostante tutto, l’ha visto protagonista. ‘Già è una grande sensazione ritornare con i miei ragazzi. Speri do essere abbastanza in forma per guidare e lavorare insieme al team’. Valerossi ha affidato ad Instagram le sue sensazioni dopo aver girato sul circuito di Aragon. Il fuoriclasse italiano sarà in pista ad Aragon e, in considerazione dell’entità dell’infortunio, è già un impresa da scrivere negli annali del Moto Gp. Vale non lo dice ma vuol stupire con effetti speciali lottando con i grandi fino all’ultima curva per dimostrare di essere ancora il più grande.

Ad Aragon il numero 46 vuol far gridare ancora agli appassionati italiani: ‘Rossi c’è’. ‘Sono felice di provarci e vi assicuro che non sono pazzo. Voglio verificare le mie sensazioni e comprendere se riuscirò a guidare su buoni livelli’. Valentino Rossi confida nella clemenza del tempo per evitare sollecitazioni fastidiose e pericolosi scivoloni. ‘Questa prova è fondamentale in vista delle tre prossime gare alla quali spero di arrivare al meglio della condizioni’. In conferenza stampa il trentottenne ha riferito che il mondiale è ancora aperto anche se in questo preferisce soltanto pensare a ritrovare la forma per tornare ad essere competitivo in breve tempo.