Morte di un mito: Jean-Paul Belmondo

E’ morto oggi, 06 settembre 2021, Jean-Paul Belmondo, aveva 88 anni. Fu protagonista di film quali “Il Clan dei marsigliesi”, “Borsalino” e “La ciociara”. Sorriso accattivante e sensualità da vendere, è sempre stato contrapposto ad Alain Delon.

Nato alle porte di Parigi, ha sangue italiano nelle vene, il padre era uno scultore di buona fama, Paolo Raimondo. Dopo un esordio a teatro, Belmondo si fa apprezzare anche nel cinema.
Nel cinema poliziesco combatte la battaglia per la popolarità con Delon, conquistando poi i francesi ed il suo rivale che gli propone di recitare insieme, nel 1970 con “Borsalino”, che divenne un successo planetario. Ha lavorato con tutti i registi piu’ apprezzati e popolari, da Claude Lelouch a Francois Truffaut.

Sposato due volte con la ballerina Elodie che gli ha dato tre figli e con l’attuale compagna Natty.

Nel 1989 è Premio Cesar come miglior attore nel 1989 per “Una vita non basta” di Claude Lelouch.
Nel 2011 gli è stato consegnato il Premio Palma d’oro alla carriera a Cannes.

Nel 2001 è stato colpito da un ictus e per otto anni è scomparso da ogni apparizione pubblica. Ma con incrollabile forza di volontà si è ripreso, fino a oggi, giorno in cui ci ha lasciati.

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07.03.2001. Copyright © 2007-2021 MEDIA CHANNEL by P.L.A. Association. All Rights Reserved.