Crea sito

Fabrizio Frizzi scomparso, desiderava veder crescere la figlia Stella

Fabrizio Frizzi,  il noto conduttore televisivo, è scomparso a 60 anni il 26 marzo di emorragia cerebrale, danno vascolare provocato nei casi più frequenti da ipertensione arteriosa, da aneurismi, traumi cranici, tumori cerebrali primitivi o metastatici o da patologie emorragiche ed è probabile che Frizzi fosse affetto da un male al cervello e che ne fosse a conoscenza.

I problemi per Frizzi sono iniziati lo scorso ottobre quando fu colpito da ischemia mentre registrava una puntata dell’Eredità. L’ischemia non fu un accidente vascolare ma sintomo di una malattia che non era stata operata e “che aveva segnato i presupposti della sindrome neurologica che lo ha condotto all’emorragia fatale”. In questi ultimi mesi Fabrizio si sottopose alle cure radio e chemioterapiche.

La scomparsa improvvisa di Frizzi ha colpito i colleghi e i numerosissimi fan. La moglie Carlotta Mantovan ha voluto dedicargli parole toccanti: “Grazie per tutto l’amore”.

Figlio di Fulvio, noto distributore cinematografico, già direttore commerciale dell’Euro International Film, e poi della Cineriz, Fabrizio mantenne la modestia in tutto il suo percorso professionale, portando allegria e solidarietà nel mondo dello spettacolo e tra la gente comune.

Il suo desiderio era quello di poter veder crescere la figlia Stella che oggi ha 5 anni.

È morto per un’emorragia cerebrale nelle prime ore del 26 marzo 2018 all’ospedale Sant’Andrea di Roma. Oltre 10mila persone per il saluto alla camera ardente, oggi 28 Marzo 2018 i funerali.