COVID19 : Lettera aperta della PornoDiva Heidy Cassini

Vi siete allarmati e poi scioccati all’idea del COVID19, increduli inizialmente avete proseguito la vostra vita come se niente fosse, cercando di andare al bar, in palestra, al ristorante e nei locali, finche non vi è stato imposto di stare a casa e vi siete resi conto che forse, era una cosa seria, quando avete visto ammalarsi il vicino di casa, morire amici e parenti.

Vi siete lamentati, avete cantato l’inno italiano ai balconi, avete appeso gli striscioni fuori casa, avete cantato, suonato, ballato, nei video selfie, avete festeggiato pasqua con le riunioni a distanza condominiali…
Ora, dopo quasi due mesi, vi lamentate ancora, ma siete stanchi e stremati, impauriti sempre più da ciò che sta accadendo, di cui non se ne vede la fine…

Il governo continua nei propri intenti, approva leggi ed emendamenti, che non sempre sono quelli che servono realmente, come gli sbarchi dei clandestini o il lasciare a casa anche le persone sane che, se continua così, si ammaleranno psicologicamente e si indeboliranno sempre più, perchè non escono, non sono felici, non vivono, non mangiano.

Non siamo in uno stato democratico, ve ne siete accorti, ma al di là di lamentarvi sui social, state buoni perché in fondo, sperate e aspettate i bonus e gli aiuti dal governo, ma la situazione è già sfuggita di mano..
i maltrattamenti aumentano, come quelli verso le donne chiuse in casa costrette alle violenze in famiglia, quelli verso gli anziani lasciati a morire da soli o nelle strutture, abbandonati senza un saluto dei propri cari neanche in punto di morte, giovani il cui diritto allo studio è stato negato, maltrattamenti per strada con multe imposte a chi esce, mentre dalle carceri escono senza essere vigilati.

La situazione è sfuggita di mano quando c’è chi segnala i vicini di casa o chiunque viene visto per strada, perchè gli altri sono in giro e loro no, e chiamano le Forze dell’Ordine… il passo successivo magari sarà quello di pendere delle taglie sulla testa di chi viene visto per strada? idea per aiutare chi, preso dalla disperazione economica, potrebbe guadagnare in questo modo? oltre che coi buoni spesa e aiuti vari dagli enti statali…

Fantascienza? potrebbe essere… ma tutto questo comincia a non avere più un senso, una logica, si è succubi di decisioni altrui, decisioni che paiono tendere verso il bene della politica e meno verso il benessere e la salute dei cittadini...

Più passano i giorni, le settimane, i mesi, e più ci si si rende conto che si sta perdendo la propria identità, i valori, l’autostima, la dignità, la libertà di poter lavorare, si perchè sembrerà strano, ma non a tutti piace aspettare l’elemosina del governo e molti amano lavorare e guadagnare giorno per giorno di che vivere…

All’inizio delle misure restrittive dello “state a casa” i bar, i locali, le discoteche e tutte le attività d’intrattenimento, hanno avuto un ALT allo svolgere serate ed eventi che, all’inizio si potevano si svolgere, ma entro le ore 18 (il COVID19 pare colpire dalle ore 18 in poi).

Con il passare dei giorni e dei mesi la totale assenza di attività ludiche, oltre che a portare tristezza dovuta all’assenza del divertimento e dello svago degli italiani, sta portando un impoverimento di un’intera classe imprenditoriale, sta mettendo in ginocchio un intero settore, un settore che in più vedrà le proprie attività sospese ancora per molti mesi, attività che pare siano le ultime a riaprire… E’ vero, non tutte le attività sono altamente a rischio COVID19, ma perdonate, andare da un dentistica è meno rischioso che abbracciarsi in discoteca?

Il COVID19 mira a infettare a fasce orarie ben precise? a settori ben precisi? a persone trasgressive ben precise? perchè se è così, è intelligente, scaltro, e politicamente scorretto, questo virus ha un sistema di eliminazione che non tocca un intero sistema politico e delle istituzioni viste le loro continue e sorprendenti guarigioni, è rischioso per chi viaggia ma meno per chi sbarca coi gommoni, per fortuna, aggredisce poco gli operatori sanitari e le forze dell’ordine pur essendo loro a rischio, costretti a stare tutti i giorni a contatto con tutti, mentre i cittadini stanno a casa perché si potrebbero ammalare anche in una strada deserta.

Questo virus attacca i più deboli in forma severa, spesso in forma letale, è una malattia che fa orrore ai più ignoranti, ma attenzione, perchè se così fosse, oltre metà della popolazione sarebbe in via d’estinzione

Precedente Le Erbe della Salute : BASILICO Successivo COVID19: "GIUSTIFICATO L'ALLARME SUL DEFAULT DELL'HARD"