Crea sito

Cicciolina replica a Di Maio e fa il pieno in Polonia

Al Festival del Cinema in Polonia ha fatto il pieno con il film sulla sua storia. In questi giorni Ilona Staller, al secolo Cicciolina, non ha conquistato la ribalta televisiva per il suo ultimo lavoro televisivo ma per la polemica a distanza con Luigi Di Maio. A far perdere le staffe alla diva dell’hard le esternazioni del deputato pentastellato sui vitalizi. L’ungherese ha invitato il vice presidente della Camera a chiedergli scusa per averlo inserito nella black list. ‘Hai dichiarato il falso perché non conosci neanche che ho fatto il deputato dal 1987 al 1992 e che ho preso ventimila voti’. Cicciolina ha spiegato di essere stata la seconda eletta del partito radicale (‘solo Pannella prese più voti’) e di aver presentato venti proposte di legge regolarmente depositate in Parlamento. ‘Prendo duemila euro netti di vitalizio mentre il tuo stipendio di parlamentare sarà sicuramente di diecimila euro’. Ilona Staller ha chiuso l’intervento social invitando Di Maio a non menzionarla più. ‘Altrimenti sarò costretta a ricorrere alle vie legali’. La star dell’hard ha poi raggiunto la Polonia dove è stato presentato, in esclusiva, il film della sua vita (Cicciolina The Goodmother Of Scandal).


Negli ultimi mesi
la sessantacinquenne è stata spesso al centro delle polemiche per le sue ospitate a Domenica Live con il figlio Ludwig. Secondo i ben informati la coppia dovrebbe prendere parte alla nuova edizione del Grande Fratello Vip. La Staller ha anche smentito quello che secondo la star dell’eros sarebbe un falso storico. ‘Non ho mai fatto scene hard con un cavallo’.