Crea sito

Altro scandalo a Striscia la notizia, condannato l’ex inviato Mingo

Mingo, vero nome Domenico De Pasquale e sua moglie Corinna Martino, sono stati condannati dal Tribunale di Bari alla pena di un anno e due mesi di reclusione per i reati di truffa, falso e diffamazione.
Per l’accusa Mingo ha truffato Mediaset facendosi pagare per alcuni servizi relativi a fatti inventati e spacciati per veri, oltre a farsi rimborsare costi non dovuti per figuranti e attori.

Corinna Martino sua moglie, unico amministratore della Mec Produzioni Srl di cui il marito Mingo era socio, è stata sua complice. I due coniugi sono responsabili di quattro truffe e altrettanti falsi servizi andati in onda tra il 2012 e il 2013.

Il Tribunale ha assolto gli imputati per altre tre truffe di cui erano accusati e per calunnia “perché il fatto non sussiste”, e ha dichiarato la prescrizione per altri tre episodi. Ma in Procura sono stati inviati i verbali delle dichiarazioni fatte durante il processo, per procedere nei loro confronti per falsa testimonianza.

Mingo è stato condannato nel 2015 per aver diffamato gli autori di Striscia la notizia accusandoli di essere ideatori di servizi falsi. L’ex inviato Mingo dovrà risarcire Mediaset e Antonio Ricci, dovrà pagare 5 mila euro alle parti civili, Mediaset, Antonio Ricci e altri nove, autori e produttori della trasmissione.

Il tribunale ha confermato che, tutti i servizi di Mingo sono stati realizzati all’insaputa dell’altro inviato Fabio De Nunzio, con cui Mingo faceva coppia dal 1997 fino al 2015.

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07.03.2001. Copyright © 2007-2021 MEDIA CHANNEL by P.L.A. Association. All Rights Reserved.